La terapia del freddo: i benefici della crioterapia

Ultimamente si sente parlare di crioterapia sempre di più, la terapia del freddo usata da atleti e sportivi per recuperare la muscolatura dalla stanchezza o infiammazioni, oppure semplicemente come trattamento rigenerante che ha effetti indubbi anche sull’estetica, perché aiuta a rigenerare la pelle.

In  realtà l’uso del freddo come terapia e trattamento riabilitativo esiste da molti secoli, già gli antichi egizi e i greci avevano capito che gli impacchi freddi riducevano il gonfiore nelle infiammazioni. Negli anni ’50 del secolo scorso per la prima volta si usò l’azoto liquido per trattare con successo delle lesioni della pelle.

Crio in greco significa freddo, e terapia del freddo è quello che fa questa tecnica utilizzata sempre di più nella medicina riabilitativa.

Il freddo lo si ottiene e grazie all’utilizzo dell’azoto liquido, nel quale si viene immersi a una temperatura tra i -120° e i -160°, per pochi minuti che determinano un miglioramento della circolazione sanguigna, e favoriscono un rallentamento della trasmissione dei segnali nervosi ottenendo un effetto anestetico superficiale.

La crioterapia si è scoperto avere anche un impatto favorevole al metabolismo: rallenta il metabolismo tissutale in quanto agisce sulle reazioni metabolico-biochimiche.

E se tutti questi benefici non bastassero, contribuisce anche al rilassamento e alla distensione della muscolatura ed è per questo che è usata da atleti di motle discipline come riabilitazione: una breve applicazione di freddo nell’area interessata dal trattamento, infatti, produce un significativo miglioramento del tono muscolare.

L’azoto è un gas inodore, incolore e del tutto innocuo che viene applicato allo stato liquido e si eroga attraverso dispositivi di varie dimensioni, in base al tipo di crioterapia utilizzata.

La sauna crioterapica, anche denominata sauna del freddo, è quella più completa in cui si immerge tutto il corpo.

L’esposizione massima a queste temperature così basse può durare 3 minuti.