Come prepararsi al prelievo per l’analisi del sangue

In questo articolo dedicato agli Esami del Sangue a Vicenza troverete delle indicazioni su come prepararvi al meglio per il vostro prelievo.

È molto importante prepararsi al meglio per il prelievo di sangue. Per quanto possa essere una cosa molto semplice è necessario che si seguano alcune regole al fine di non alterare i parametri che si vogliono analizzare. È ovvio che in questo articolo resteremo generici, ma dobbiamo specificare che vi sono alcune analisi che richiedono precauzioni particolari. In questo caso deve essere il medico curante a portarvi a conoscenza di tali speciali precauzioni.

Tra le attenzioni più importanti che si devono avere prima di un prelievo del sangue c’è il digiuno di almeno 8 ore. In queste ore però non si deve rinunciare all’acqua. L’idratazione è fondamentale. Durante queste ore di digiuno è buona norma evitare anche caffè, fumo, alcool e te. Nei giorni precedenti è preferibile seguire un’alimentazione controllata e leggera.

È buona norma, il giorno prima del prelievo, evitare gli sforzi fisici molto pesanti e dedicarsi ad un’attività fisica leggera. Nel caso in cui si dovesse sudare è bene reintegrare i liquidi con acqua. Altra regola è quella di sospendere eventuali medicinali (ovviamente in questo caso bisogna consultare il proprio medico).

Ad alterare i valori ematici concorrono anche stati di ansia, febbre, stress consistente, vomito o diarrea. Tutte queste condizioni che si discostano dalla normalità possono apportare delle variazioni alle nostre analisi per cui è buona norma comunicarle tempestivamente all’infermiere. Pensate, ad esempio, che in una persona diabetica, la febbre o un’infezione, possono alterare la glicemia, mentre nelle persone sane possono definire variazioni del glucosio o del cortisolo.

È importante persino la posizione che assume il paziente durante il prelievo. Il passaggio dalla posizione sdraiata a quella seduta può causare un aumento del valore del plasma.